close
Testi Fabrizio De André Fiume Sand Creek: Storia E Significato - Testi Vari

Testi Fabrizio De André Fiume Sand Creek: Storia E Significato

Khorakhané Fabrizio De André Testo della canzone
Khorakhané Fabrizio De André Testo della canzone

Fabrizio De André è stato uno dei più grandi cantautori italiani di tutti i tempi. La sua musica è caratterizzata da tematiche sociali e politiche, spesso raccontate attraverso storie di persone comuni. Uno dei suoi brani più famosi è “Fiume Sand Creek”, che racconta la storia della strage avvenuta nel 1864 ai danni dei Nativi Americani da parte dell’esercito degli Stati Uniti. In questo articolo analizzeremo la storia e il significato di questo importante testo.

La Storia di Fiume Sand Creek

La strage di Fiume Sand Creek avvenne il 29 novembre 1864, quando un gruppo di circa 700 soldati americani attaccò un villaggio di Nativi Americani nel Colorado. La maggior parte delle vittime erano donne, bambini e anziani, visto che molti uomini erano andati a caccia. Il massacro fu condotto dal colonnello John Chivington, che aveva ricevuto l’ordine di sterminare tutti i Nativi Americani presenti nella zona. Il numero esatto delle vittime è ancora oggi incerto, ma si stima che siano stati uccisi tra i 150 e i 500 Nativi Americani.

Il Significato di Fiume Sand Creek

Il brano “Fiume Sand Creek” di Fabrizio De André racconta la storia di questo massacro attraverso gli occhi di un nativo americano. La canzone è un grido di dolore e di protesta contro l’ingiustizia e la violenza perpetrate dai colonizzatori americani nei confronti dei Nativi Americani. Il testo di De André è un invito a non dimenticare la storia e la sofferenza di questi popoli, che sono stati vittime di una vera e propria pulizia etnica.

Il Testo di Fiume Sand Creek

Di seguito riportiamo il testo completo di Fiume Sand Creek: Sul fiume Sand Creek s’abbracciarono in terra tante donne indiane ch’erano state in guerra non volevano morire solo perché erano nere ma il colonnello Chivington non poteva più aspettare E allora ammazziamoli tutti Dio riconoscerà i suoi che l’America è bella e chi non la pensa così si ritrovi in prigione o emigri in Siberia Sul fiume Sand Creek tanto sangue versato che il fiume divenne rosso e i morti fuor d’acqua e il colonnello Chivington rideva sulla collina e la sua bandiera su quel campo sventolava E allora ammazziamoli tutti Dio riconoscerà i suoi che l’America è bella e chi non la pensa così si ritrovi in prigione o emigri in Siberia Sul fiume Sand Creek cantavano le donne e pregavano il Creatore di salvare i loro figli ma il colonnello Chivington non ascoltava le preghiere e con la sua sciabola li faceva prigionieri E allora ammazziamoli tutti Dio riconoscerà i suoi che l’America è bella e chi non la pensa così si ritrovi in prigione o emigri in Siberia

Il Significato della Canzone

La canzone di Fabrizio De André rappresenta una denuncia contro l’ingiustizia e la violenza perpetrata dai colonizzatori americani ai danni dei Nativi Americani. Il brano è un tributo alla memoria di quelle vittime innocenti, che sono state uccise solo per il loro colore della pelle. De André, attraverso la sua musica, ha voluto ricordare a tutti noi l’importanza della memoria storica e della lotta per i diritti civili.

Esempi di Utilizzo della Parola Chiave

Esempio 1: La canzone “Fiume Sand Creek” di Fabrizio De André è un importante documento storico sulla strage avvenuta ai danni dei Nativi Americani nel Colorado. Esempio 2: L’importanza della memoria storica è stata messa in risalto dalla canzone di De André “Fiume Sand Creek”, che racconta la storia della strage dei Nativi Americani.

Posta un commento for "Testi Fabrizio De André Fiume Sand Creek: Storia E Significato"